Discordie in gioco

capire e affrontare i conflitti ambientali

Translated title of the contribution: Controversies at play: understanding and dealing with environmental conflicts

Elena Camino, Angela Dogliotti, Laura Colucci-Gray, Carla Calcagno

Research output: Book/ReportBook

Abstract

Finalmente lo stiamo capendo: il nostro pianeta è finito ed è limitata la sua possibilità di soddisfare i bisogni dell'umanità, soprattutto se vivesse tutta la sua parte più ricca e spensierata. Insomma la coscienza dei limiti rende ancora più evidente la disparità - nel possesso e nell'uso - di ciò che natura offre.Eppure, appena scoppia un conflitto ecologico, sia la costruzione di un termovalorizzatore sia la realizzazione di un'infrastruttura stradale ""pesante"", non si fa altro che delegare tutto all'autorità degli scienziati, dei tecnici e degli esperti, regolarmente non concordanti.Invece, le controversie ambientali non sono solo questione di scienza e tecnica, ma anche di democrazia. perché attraverso la decisione stabiliamo che ""tipo di vita scegliamo di vivere"". La democrazia è con urgenza chiamata a tradurre la domanda di partecipazione e di inclusione nello scenario globale.La strada democratica e consensuale è obbligata ma difficile poichè entrano in gioco questioni relative ai modelli economici, di sviluppo, di sostenibilità, agli stili di vita, ai principi etici di equità estesi non solo a tutti gli umani, ma anche agli altri esseri viventi.Questo volume offre un gioco di simulazione, collaudato e completo, per educare alla costruzione di soluzioni positive, nonviolente e condivise. Giocando si sviluppa, infatti, una maggiore consapevolezza della complessità dei sistemi naturali, si promuove una riflessione sulla conoscenza e sull'interpretazione della realtà, da parte delle persone e della comunità scientifica.I giochi di ruolo possono essere una buona palestra per potenziare le capacità di ascoltare e di esprimere le proprie idee.
Original languageItalian
PublisherEdizioni La Meridiana
Number of pages152
ISBN (Electronic)9788861530720
ISBN (Print)8861530729
Publication statusPublished - 2008

Publication series

NameP come gioco
PublisherLa Meridiana

Fingerprint

Hedysarum coronarium
perch

Cite this

Camino, E., Dogliotti, A., Colucci-Gray, L., & Calcagno, C. (2008). Discordie in gioco: capire e affrontare i conflitti ambientali. (P come gioco). Edizioni La Meridiana.

Discordie in gioco : capire e affrontare i conflitti ambientali. / Camino, Elena; Dogliotti, Angela; Colucci-Gray, Laura; Calcagno, Carla.

Edizioni La Meridiana, 2008. 152 p. (P come gioco).

Research output: Book/ReportBook

Camino, E, Dogliotti, A, Colucci-Gray, L & Calcagno, C 2008, Discordie in gioco: capire e affrontare i conflitti ambientali. P come gioco, Edizioni La Meridiana.
Camino E, Dogliotti A, Colucci-Gray L, Calcagno C. Discordie in gioco: capire e affrontare i conflitti ambientali. Edizioni La Meridiana, 2008. 152 p. (P come gioco).
Camino, Elena ; Dogliotti, Angela ; Colucci-Gray, Laura ; Calcagno, Carla. / Discordie in gioco : capire e affrontare i conflitti ambientali. Edizioni La Meridiana, 2008. 152 p. (P come gioco).
@book{ad90ce11910045edab561186615580c7,
title = "Discordie in gioco: capire e affrontare i conflitti ambientali",
abstract = "Finalmente lo stiamo capendo: il nostro pianeta {\`e} finito ed {\`e} limitata la sua possibilit{\`a} di soddisfare i bisogni dell'umanit{\`a}, soprattutto se vivesse tutta la sua parte pi{\`u} ricca e spensierata. Insomma la coscienza dei limiti rende ancora pi{\`u} evidente la disparit{\`a} - nel possesso e nell'uso - di ci{\`o} che natura offre.Eppure, appena scoppia un conflitto ecologico, sia la costruzione di un termovalorizzatore sia la realizzazione di un'infrastruttura stradale {"}{"}pesante{"}{"}, non si fa altro che delegare tutto all'autorit{\`a} degli scienziati, dei tecnici e degli esperti, regolarmente non concordanti.Invece, le controversie ambientali non sono solo questione di scienza e tecnica, ma anche di democrazia. perch{\'e} attraverso la decisione stabiliamo che {"}{"}tipo di vita scegliamo di vivere{"}{"}. La democrazia {\`e} con urgenza chiamata a tradurre la domanda di partecipazione e di inclusione nello scenario globale.La strada democratica e consensuale {\`e} obbligata ma difficile poich{\`e} entrano in gioco questioni relative ai modelli economici, di sviluppo, di sostenibilit{\`a}, agli stili di vita, ai principi etici di equit{\`a} estesi non solo a tutti gli umani, ma anche agli altri esseri viventi.Questo volume offre un gioco di simulazione, collaudato e completo, per educare alla costruzione di soluzioni positive, nonviolente e condivise. Giocando si sviluppa, infatti, una maggiore consapevolezza della complessit{\`a} dei sistemi naturali, si promuove una riflessione sulla conoscenza e sull'interpretazione della realt{\`a}, da parte delle persone e della comunit{\`a} scientifica.I giochi di ruolo possono essere una buona palestra per potenziare le capacit{\`a} di ascoltare e di esprimere le proprie idee.",
author = "Elena Camino and Angela Dogliotti and Laura Colucci-Gray and Carla Calcagno",
year = "2008",
language = "Italian",
isbn = "8861530729",
series = "P come gioco",
publisher = "Edizioni La Meridiana",

}

TY - BOOK

T1 - Discordie in gioco

T2 - capire e affrontare i conflitti ambientali

AU - Camino, Elena

AU - Dogliotti, Angela

AU - Colucci-Gray, Laura

AU - Calcagno, Carla

PY - 2008

Y1 - 2008

N2 - Finalmente lo stiamo capendo: il nostro pianeta è finito ed è limitata la sua possibilità di soddisfare i bisogni dell'umanità, soprattutto se vivesse tutta la sua parte più ricca e spensierata. Insomma la coscienza dei limiti rende ancora più evidente la disparità - nel possesso e nell'uso - di ciò che natura offre.Eppure, appena scoppia un conflitto ecologico, sia la costruzione di un termovalorizzatore sia la realizzazione di un'infrastruttura stradale ""pesante"", non si fa altro che delegare tutto all'autorità degli scienziati, dei tecnici e degli esperti, regolarmente non concordanti.Invece, le controversie ambientali non sono solo questione di scienza e tecnica, ma anche di democrazia. perché attraverso la decisione stabiliamo che ""tipo di vita scegliamo di vivere"". La democrazia è con urgenza chiamata a tradurre la domanda di partecipazione e di inclusione nello scenario globale.La strada democratica e consensuale è obbligata ma difficile poichè entrano in gioco questioni relative ai modelli economici, di sviluppo, di sostenibilità, agli stili di vita, ai principi etici di equità estesi non solo a tutti gli umani, ma anche agli altri esseri viventi.Questo volume offre un gioco di simulazione, collaudato e completo, per educare alla costruzione di soluzioni positive, nonviolente e condivise. Giocando si sviluppa, infatti, una maggiore consapevolezza della complessità dei sistemi naturali, si promuove una riflessione sulla conoscenza e sull'interpretazione della realtà, da parte delle persone e della comunità scientifica.I giochi di ruolo possono essere una buona palestra per potenziare le capacità di ascoltare e di esprimere le proprie idee.

AB - Finalmente lo stiamo capendo: il nostro pianeta è finito ed è limitata la sua possibilità di soddisfare i bisogni dell'umanità, soprattutto se vivesse tutta la sua parte più ricca e spensierata. Insomma la coscienza dei limiti rende ancora più evidente la disparità - nel possesso e nell'uso - di ciò che natura offre.Eppure, appena scoppia un conflitto ecologico, sia la costruzione di un termovalorizzatore sia la realizzazione di un'infrastruttura stradale ""pesante"", non si fa altro che delegare tutto all'autorità degli scienziati, dei tecnici e degli esperti, regolarmente non concordanti.Invece, le controversie ambientali non sono solo questione di scienza e tecnica, ma anche di democrazia. perché attraverso la decisione stabiliamo che ""tipo di vita scegliamo di vivere"". La democrazia è con urgenza chiamata a tradurre la domanda di partecipazione e di inclusione nello scenario globale.La strada democratica e consensuale è obbligata ma difficile poichè entrano in gioco questioni relative ai modelli economici, di sviluppo, di sostenibilità, agli stili di vita, ai principi etici di equità estesi non solo a tutti gli umani, ma anche agli altri esseri viventi.Questo volume offre un gioco di simulazione, collaudato e completo, per educare alla costruzione di soluzioni positive, nonviolente e condivise. Giocando si sviluppa, infatti, una maggiore consapevolezza della complessità dei sistemi naturali, si promuove una riflessione sulla conoscenza e sull'interpretazione della realtà, da parte delle persone e della comunità scientifica.I giochi di ruolo possono essere una buona palestra per potenziare le capacità di ascoltare e di esprimere le proprie idee.

M3 - Book

SN - 8861530729

T3 - P come gioco

BT - Discordie in gioco

PB - Edizioni La Meridiana

ER -