La Pesta in Europa

Translated title of the contribution: The Black Death and the History of Plagues 1345-1730

William Glen Naphy, Andrew Spicer, G. Arganese (Translator)

Research output: Book/ReportBook

Abstract

La peste arrivò in Europa nell'ottobre 1347, su una nave proveniente dalla Crimea che attraccò a Messina carica di marinai morti o moribondi. Si diffuse con una velocità impressionante e uccise circa un terzo dell'intera popolazione europea. Fino a tutto il Seicento, l'Europa ha dovuto convivere con ondate pressoché regolari di epidemia; la popolazione ha impiegato quattro secoli a tornare ai livelli precedenti il 1350. La peste ha dunque impresso un segno fortissimo e decisivo sulla vita europea nell'età moderna. Il volume sintetizza la storia della "morte nera" e del suo impatto sull'Europa; dopo aver richiamato le maggiori epidemie del mondo antico e medievale, gli autori raccontano lo scoppio della peste del Trecento, i tentativi di comprenderne le cause e di arginarla, gli effetti delle ricorrenti epidemie e i due ultimi maggiori episodi, la famosa Grande Peste di Londra del 1665 e quella di Marsiglia del 1720.
Original languageItalian
Place of PublicationBologna, Italy
PublisherIl Mulino
Number of pages180
ISBN (Print)8815109676, 978-8815109675
Publication statusPublished - 1 Jan 2006

Fingerprint Dive into the research topics of 'The Black Death and the History of Plagues 1345-1730'. Together they form a unique fingerprint.

  • Cite this

    Naphy, W. G., Spicer, A., & Arganese, G., (TRANS.) (2006). La Pesta in Europa. Il Mulino.